Europee. Salvini con il Crocefisso in mano detta l’agenda del governo

0
84


Agenpress – “Il lavoro passa dalla riduzione delle tasse. Già in settimana riunirò i responsabili economici della Lega. La rivoluzione fiscale e la Manovra d’autunno la vogliamo improntare al taglio delle tasse. Intendo l’esito del voto come un mandato a fare il contrario rispetto a quello che ci è stato imposto per il bene dell’Europa e dei mercati”.

Lo ha affermato Matteo Salvini in conferenza stampa a Milano. “Ho sentito il presidente del Consiglio. Ribadisco che la lealtà della Lega al contratto e al governo non è mai stata in discussione”, ha aggiunto il vicepremier leghista.

“Vogliamo mettere in ordine le priorità e la priorità è il diritto a pagare meno tasse. Su questo presenteremo al presidente del Consiglio, a Di Maio e ai ministri M5s un progetto”.

“Non mi interessa il riequilibrio dei poteri interni” al governo ma “ho il mandato” per andare in Europa per migliorare la situazione dei lavoratori italiani“.

“Gli italiani ci chiedono di andare avanti, abbiamo già il cronoprogramma – ha continuato il vicepremier -. L’autonomia, che ha un testo base pronto e che è un tema che unisce, e le grandi opere. Questo voto italiano e francese permetterà all’Europa di investire ancora più soldi sulle grandi opere, come la Tav e altre infrastrutture stradali, portuali e aeroportuali. E’ un mandato chiaro: andate e fate”. Ha poi precisato: “La golden share non ce l’ha in mano nessuno. Rappresentiamo più del 50% degli italiani con Lega e M5s”.

Il leader leghista ha sottolineato inoltre che il successo del Carroccio è “la dimostrazione che gli italiani sono un popolo di gente per bene, innocente fino a prova contraria. I processi sulla pubblica piazza non appassionano”.

Sul rapporto dell’Italia con l’Ue, ha poi chiarito: “Sono convinto che il nuovo parlamento europeo e la Commissione europea saranno amici dell’Italia. E’ cambiata la geografia dell’Europa. Alla luce di questo voto possiamo andare a ritrattare e discutere molte cose”. Sulla “lettera in arrivo sull’economia del nostro Paese”, ha precisato: “Penso che gli italiani diano mandato a me e al governo di ridiscutere in maniera pacata parametri vecchi e superati”.

Salvini ha inoltre rivendicato la forte affermazione leghista in realtà come Riace e Lampedusa, spiegando: “I due Comuni che la sinistra ha scelto come simbolo dell’AntiSalvini, Riace e Lampedusa, vedono la Lega primo partito. Evidentemente la richiesta di una migrazione regolare, qualificata, positiva è volontà degli italiani, non solo un capriccio di Salvini. Quella sui migranti sarà la prima battaglia in Europa, che andremo a condurre e a vincere”.

L’articolo Europee. Salvini con il Crocefisso in mano detta l’agenda del governo proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui