Stretta collaborazione con l’amministrazione comunale per dare un contributo concreto
a sostegno della mobilità della Capitale

Agenpress. Cityscoot, start-up francese di scooter sharing a flusso libero ed emissioni zero, annuncia che il servizio nella città di Roma diventa effettivo con 200 scooter che presto diventeranno 500 e, nei prossimi mesi, 1000. Dopo una fase iniziale di beta test, infatti, il servizio diventa a pagamento e viene esteso alle aree di Re di Roma, Circo Massimo e Ponte Milvio, oltre alla zona del centro.

Cityscoot, già presente a Parigi, Nizza e Milano, arrivato a Roma nel mese di maggio, intende collaborare a stretto contatto con l’amministrazione comunale per dare un contributo fattivo nel sostegno alla mobilità della Capitale. Da sempre Cityscoot si impegna per un’espansione del proprio servizio coordinata con le amministrazioni locali: al fine di permettere uno sviluppo sostenibile dello scooter sharing elettrico in free floating e di assicurare una perfetta complementarietà con i trasporti pubblici, Cityscoot opera infatti nel pieno rispetto e in collaborazione con le amministrazioni locali dei Comuni in cui è presente.

“È un nuovo servizio di scooter sharing elettrico a disposizione della città: ampliamo la rete di mezzi completamente eco-sostenibili grazie all’ingresso di nuovi operatori. Roma si dimostra ancora una volta polo attrattivo per le imprese che vogliono investire sul territorio. La mobilità elettrica e condivisa rappresenta il futuro delle nostre città e rappresenta una sfida che come Roma Capitale abbiamo deciso di cogliere. Con Cityscoot stiamo arricchendo l’offerta di mezzi agili, veloci ed ecologici per cittadini e turisti. È un servizio che ha già ottenuto un ottimo riscontro da parte degli utenti e guardiamo con favore a una sua espansione su tutto il territorio capitolino”, dichiara la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“La sharing mobility è ormai una realtà affermata nella nostra città, un servizio in costante crescita che siamo felici di ampliare con l’ingresso di nuovi operatori come Cityscoot. Siamo convinti infatti che questo servizio, perfettamente in linea con la nostra visione sulla mobilità sostenibile e condivisa, sarà sempre più richiesto da cittadini e turisti nei prossimi mesi e anni, per spostarsi in centro come in periferia”, afferma l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo.

Gianni Galluccio, General Manager di Cityscoot Italia, afferma: “Siamo convinti che il futuro della mobilità urbana non possa essere che a ‘0 emissioni’ e ‘0 rumore’ e crediamo che questo rappresenti un enorme valore per una città come Roma, in cui il traffico è un tema molto complesso. Intendiamo collaborare fattivamente con l’amministrazione comunale perché Cityscoot rappresenti un’alternativa valida per muoversi nel traffico del Capitale, in modo agile e veloce, ma sostenibile ed ecologico. Lavoreremo a stretto contatto per espandere progressivamente la ‘Zona Cityscoot’ e offrire un servizio sempre migliore.”

A breve Cityscoot avvierà a Roma importanti iniziative per garantire una guida in totale sicurezza: come già sperimentato a Milano con grande successo, Cityscoot offrirà agli utenti meno esperti una lezione di guida gratuita con istruttori qualificati per fornire conoscenze tecniche e una maggiore padronanza del mezzo in tutte le circostanze di guida. Il superamento della prova rappresenta un vero e proprio “esame di idoneità” alla guida e condizione essenziale per poter utilizzare il servizio nel caso in cui l’utente, in fase di registrazione, dichiari di non essere esperto. Inoltre, Cityscoot offrirà ai propri utenti corsi gratuiti di primo soccorso in collaborazione con la Croce Rossa Italiana per fornire nozioni di base per gestire le emergenze stradali.  Gli incontri, della durata di due ore circa, vedranno il personale della Croce Rossa in possesso di qualifiche specifiche per l’insegnamento delle tecniche di primo soccorso fornire istruzioni teoriche e pratiche e illustrare i rischi e le manovre da svolgere per agire tempestivamente e correttamente in caso di emergenza stradale.

Cityscoot, fondata nel 2014 da Bertrand Fleurose, attuale CEO, conta oggi 220 dipendenti in Francia e 75 tra Milano e Roma. Il servizio, lanciato a Parigi nel 2016 ed esteso alla città di Nizza nel 2018, raggiungendo oltre 115.000 utenti, nel gennaio di quest’anno è arrivato a Milano, con 500 scooter a disposizione in un’area molto vasta che fa di Cityscoot il servizio di scooter sharing a più alta densità. Dalla data di lancio, gli scooter di Cityscoot sono stati utilizzati dai milanesi per percorrere 380 000 km (come la distanza dalla Terra alla Luna), per un totale di 1.140.000 minuti, corrispondenti a 792 giorni, ossia più di 2 anni di tempo.

Lo scooter Cityscoot viaggia a una velocità di 45 km/h per un uso urbano sicuro ed è un punto di riferimento in termini di robustezza e affidabilità. Dotato di un motore elettrico all’avanguardia, Cityscoot garantisce una guida silenziosa e si propone di migliorare la qualità della vita urbana di Roma tramite l’offerta di un servizio ecologico e innovativo. Il sistema di prenotazione è interamente connesso: non servono chiavi, carte di credito o terminali di ricarica. È sufficiente scaricare l’applicazione Cityscoot sul proprio smartphone, Android o iPhone, e usarla per localizzare lo scooter disponibile più vicino, verificare la situazione della batteria e prenotarlo gratuitamente per 10 minuti, così da avere il tempo di raggiungerlo. Per sbloccarlo l’utente può utilizzare la app o il display dello scooter inserendo il codice a 4 cifre ricevuto al momento della conferma di prenotazione, e avviare così il noleggio.

Cityscoot ha scelto LeasePlan, leader globale nella gestione della flotta e della mobilità dei conducenti, come partner per il finanziamento del servizio e per l’espansione della propria flotta anche in Italia:

“Abbiamo voluto affiancare un brand importante nel settore e un partner che si è dimostrato da subito professionale e stimolante nell’avviare questa partnership. Un servizio, tra l’altro, che va incontro anche alle esigenze di riduzione del traffico, miglioramento della vivibilità delle città e che rappresenta un’efficace e concreta iniziativa per il rispetto ambientale. Il nostro Gruppo, impegnato sul fronte della sostenibilità, ha intrapreso una strategia di posizionamento attivo all’interno di questo quadro, con obiettivi chiari e dichiarati, come l’ambizioso progetto di raggiungere il target di zero emissioni per tutta la flotta gestita entro il 2030”.

Gli aspetti assicurativi del servizio, durante tutta la durata del noleggio dei veicoli, sono garantiti dalla partnership con Allianz S.p.A., uno dei principali assicuratori italiani e parte del gruppo Allianz SE, leader mondiale assicurativo-finanziario, che ha previsto per il servizio di scooter sharing una copertura assicurativa completa che comprende RC auto, le garanzie incendio, furto, atti vandalici, eventi naturali e infortuni al conducente.

Leonardo Felician, Head of Insurance Products P&C di Allianz S.p.A. commenta: Allianz si distingue per i servizi innovativi in ambito assicurativo e a livello globale promuove soluzioni a favore della mobilità sostenibile, dell’ambiente e della sharing economy. La partnership con Cityscoot, sia a Milano che a Roma, va in questa direzione, assicurando la nuova flotta di scooter elettrici con un prodotto all risk.”

Il prezzo comprende l’assicurazione stipulata da Cityscoot con Allianz. L’adesione all’assicurazione viene attivata automaticamente al momento della prenotazione dello scooter, l’utente non deve fare nulla e risulta coperto in maniera globale sia per i danni subiti che per quelli involontariamente causati a persone e cose.

L’articolo Cityscoot a Roma: presto saranno 500 gli scooter in città proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here