Agenpress. Regioni ed Enti locali sollecitano una soluzione sull’”emergenza cinghiali”. In tal senso è stata richiesta una riunione straordinaria della Conferenza Unificata da parte di Anci (Comuni) e Upi (Province).
Il Presidente della Regione Molise, Donato Toma, sostiene l’ìniziativa al termine della Conferenza Stato-Regioni del 24 ottobre, avvalorando le tesi sulla situazione di crisi: “il problema dei cinghiali sta diventando una emergenza nazionale, sia sotto il profilo dei danni procurati agli agricoltori, sia sotto il profilo della sicurezza e della incolumità di cose e persone”.
In molti casi, spiega Toma, “si tratta di razze non autoctone, molto più pesanti, che si riproducono due volte l’anno con ogni femmina di cinghiale che mette al mondo 20-25 cinghialotti. I selezionatori dovrebbero cacciare e uccidere i cinghiali femmina ma non bastano”.
“Nel Molise, – aggiunge Toma – pensiamo di adottare una delibera che permetta agli agricoltori con regolare porto d’armi e licenza di caccia di sparare ai cinghiali quando entrano nei loro fondi, tenendo ovviamente conto delle normative italiana ed europea e dei suggerimenti degli animalisti. Ma se un problema diventa una emergenza, allora una soluzione bisogna pur trovarla”.
“La questione è davvero grave – ribadisce Toma – e in alcune Regioni si spendono fior di quattrini calcolabili in centinaia di migliaia di euro per rifondere i danni provocati dei cinghiali, risorse che potremmo impiegare per l’agricoltura e che invece dobbiamo impiegare per rifondere i danni.
La Conferenza delle Regioni promuoverà una iniziativa, per trovare soluzioni condivise assieme al Governo, alle Province e ai Comuni.
Speriamo che questa volta riusciamo a risolvere l’emergenza: non vorrei che quel bellissimo film di fantascienza intitolato ‘Il pianeta delle scimmie’ venisse rieditato con il titolo ‘Il pianeta dei cinghiali’”.

L’articolo Problema dei cinghiali sta diventando un’emergenza nazionale proviene da Agenpress.



Source link