venerdì, Maggio 27, 2022
spot_img
HomeEsteroRussia. L’inflazione raggiunge livelli record. Cereali (+ 35,5%), pasta (+ 29,6%), frutta...

Russia. L’inflazione raggiunge livelli record. Cereali (+ 35,5%), pasta (+ 29,6%), frutta e verdura (+ 33%)


AgenPress – Non accadeva dal 2002. L’inflazione è ulteriormente accelerata in Russia ad aprile, raggiungendo il 17,8% in un anno, secondo i dati del servizio di statistica federale Rosstat pubblicati oggi. Rispetto ad aprile 2021, i prezzi dei generi alimentari in particolare sono aumentati del 20,5%. I prodotti di base sono tra i più colpiti: cereali (+ 35,5%), pasta (+ 29,6%), burro (+ 26,1%) e frutta e verdura (+ 33%). I prezzi delle apparecchiature audiovisive, come i televisori, sono aumentati del 22,7%, mentre i prezzi dei materiali da costruzione sono aumentati del 27,5%.

Rispetto a marzo di quest’anno, i prezzi sono aumentati dell’1,6% ad aprile. Su tutto il 2022, l’inflazione annua potrebbe raggiungere il 23%, prima di rallentare il prossimo anno e tornare all’obiettivo del 4% nel 2024, secondo la Banca centrale russa.

L’inflazione, galoppante da mesi, è legata alla ripresa post-pandemia e all’impennata dei prezzi delle materie prime, a cui ora si aggiungono le sanzioni occidentali contro la Russia e la loro quota di interruzioni logistiche. L’aumento dei prezzi mina il potere d’acquisto dei russi, che hanno pochi risparmi, e si rivela un mal di testa per le autorità, che hanno tentato controverse misure di controllo dei prezzi. La Banca centrale russa ha aumentato drasticamente il tasso di riferimento al 20% sulla scia delle prime sanzioni dopo l’ingresso delle truppe russe in Ucraina alla fine di febbraio, prima di iniziare un graduale declino. Attualmente è al 14%.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato ieri che l’Occidente ha sofferto più della Russia per le sanzioni imposte a Mosca a causa dell’offensiva in Ucraina, vantando una grande resilienza dell’economia russa di fronte alle “sfide esterne”.

L’articolo Russia. L’inflazione raggiunge livelli record. Cereali (+ 35,5%), pasta (+ 29,6%), frutta e verdura (+ 33%) proviene da Agenpress.



Source link

- Advertisment -spot_img

articoli più letti